mercoledì 28 marzo 2018

Vittoria per le neo-mamme


La Corte d’Appello di Milano ha respinto l’appello dell’INPS contro l’ordinanza del Tribunale di Milano che aveva ordinato all’Istituto di riconoscere il premio nascita a tutte le neo-mamme straniere regolarmente soggiornanti.

La Corte d’Appello di Milano, in data 23 marzo 2018, come riportato il 27 marzo sulla Gazzetta di Mantova, ha ribadito in pieno la condanna all’INPS per la condotta discriminatoria dimostrata nel negare la prestazione sociale del premio nascita alle neo-mamme con Permesso Unico Lavoro e a quelle con titolo di protezione umanitaria.

mercoledì 21 marzo 2018

Mantova discrimina?

Le discriminazioni, le molestie, i discorsi d’odio e i crimini d’odio hanno colpito o colpiranno ognuna ed ognuno di noi, generando un senso di insicurezza e mettendo a rischio la convivenza civile. Molte persone non hanno la percezione di subire una discriminazione, ad esempio per età, per genere o per convinzioni personali, perché manca la consapevolezza dei propri diritti.

Le donne sono il gruppo più colpito da discriminazioni a Mantova. Il dato è allarmante e conferma la sistematicità delle violazioni dei diritti nei confronti del genere femminile: le più esposte a discriminazioni sono le neo mamme. Confortano le diverse Ordinanze di cessazione della discriminazione disposte dal Tribunale di Mantova contro l’INPS.

sabato 10 marzo 2018

Mantova, SUB.ITA: sono o non sono razzista?


Nella XIV Settimana di azione contro il razzismo 2018 il Comune di Mantova in collaborazione con Arci Mantova, Articolo 3 Osservatorio sulle discriminazioni, il Cinema delCarbone, Teatro Magro e Progetto Sprar Enea presentano SUB.ITA - sono o non sono razzista? Un progetto che promuove azioni positive volte a favorire il contrasto a situazioni di discriminazione etnico/razziale attraverso la connessione tra l'anti-discriminazione e la cultura.

Grazie alla vincente sinergia dei soggetti che operano nel territorio è stato possibile sviluppare un palinsesto di diverse iniziative rivolte a tutta la cittadinanza e agli Istituti Scolastici di Secondo Grado.

Cinema, teatro, informazioni e approfondimenti per promuovere la cultura dell'antirazzismo, creare occasioni di dialogo interculturale, favorire il superamento degli stereotipi e conoscere gli strumenti per combattere le discriminazioni e le molestie.

mercoledì 28 febbraio 2018

Mantova, corso sul contrasto ai crimini da odio


Sono aperte le iscrizioni per il corso avanzato di formazione Capire, riconoscere e contrastare i discorsi e i crimini da odio. Il corso si terrà a Mantova il prossimo lunedì 19 marzo, dalle ore 14.30 alle ore 18.30. La sede del corso è presso il CSV Lombardia Sud ETS Mantova in Strada Montata n. 2 A. Per informazioni scrivete a osservatorio@articolo3.org o telefonate al 3456123932. Per iscriversi cliccate quiI posti disponibili sono limitati. 

Il corso sarà tenuto da Udo Enwereuzor (in foto) e verterà sul discorso d’odio e crimini d’odio, prendendo in esame l’incitamento all’odio su vecchi e nuovi mezzi di comunicazione, soffermandosi sulle loro caratteristiche, i loro target e gli effetti su questi ultimi. Verranno trattati alcuni concetti correlati come negazionismo, false notizie (fake news), post-verità e cyber bullismo che colpisce in particolare molti giovani nell’ambiente scolastico. Inoltre, verranno illustrate alcune raccomandazioni della Commissione Parlamentare sull’odio e l’intolleranza “Jo Cox”, tratte dalla Relazione Finale pubblicata il 20 luglio 2017.

martedì 2 gennaio 2018

Mantova, iscriviti al corso sull'antidiscriminazione

Sono aperte le iscrizioni per il corso base di formazione Che cosa sono le discriminazioni? Conoscere, prevenire e contrastare. Il corso si terrà a Mantova il 30 gennaio, il 6 e il 20 febbraio 2018, dalle ore 9.30 alle ore 13.30. La sede del corso è presso il CSV Lombardia Sud ETS Mantova in Strada Montata n. 2 A. I posti disponibili sono limitati. Per informazioni scrivete a osservatorio@articolo3.org o telefonate al 3456123932.

Il corso offrirà strumenti per
- identificare e comprendere l’origine, la natura e i meccanismi dei processi discriminatori,
- distinguere le differenti tipologie di discriminazione,
- sollecitare una riflessione sugli strumenti e le azioni concrete di intervento per prevenire e contrastare il fenomeno sul territorio.

E’ richiesta l’iscrizione online sul sito www.precedo.it nella apposita sessione dedicata ai corsi formazione. Qui il modulo di iscrizione.

Le discriminazioni sono un fenomeno complesso: ricoprono talvolta, accezioni differenti, non sono sempre riconducibili a una chiara intenzionalità, rinviano raramente a fenomeni isolabili, spesso sono invisibili e scaturiscono da processi sistemici che interrogano le pratiche professionali di ciascuno.

sabato 30 dicembre 2017

Rete Antidiscriminazione di Mantova


Antenne Territoriali

Via Fratelli Bandiera n. 10, Mantova, telefono 338 307 4145

Via Filippo Corridoni n. 70, Mantova, telefono 0376 360643

Telefonare per appuntamento



Punti informativi nel Comune di Mantova

Piazza Tom Benetollo n. 1, Mantova, telefono 0376 1850683

Viale Lombardia n. 16/A, Mantova, telefono 0376 370712

Strada Montata n. 2, Cittadella, Mantova, telefono 0376 367157

Via Filippo Corridoni n. 70, telefono 0376 360643

Rete Lunetta – Sportello di vicinato
Viale veneto n. 31/A, Mantova

Via Arrivabene n. 47, Mantova, telefono 339 222 1488

Piazza Sordello n. 43, telefono 0376 365889



Punti informativi in Provincia di Mantova

Via Roma n. 20, Pegognaga, telefono 0376 550909

Via Fratelli Bandiera n. 8, Sermide, telefono 0386 670388

Piazza Ugo Dallò n. 4, Castiglione delle Stiviere, telefono 324 993 2314

Viale della Repubblica n. 45, Motteggiana, telefono 348 075 6527

Via Marta Tana n. 3, Castiglione delle Stiviere, telefono 0376 944154




Nodo Territoriale

Via Giuseppe Facciotto n. 5, quartiere Te Brunetti, Mantova
Telefono 0376 1510429, mobile 345 612 3932

Puoi accedere al servizio il lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00.



 

mercoledì 15 novembre 2017

Ius soli, sciopero della fame riprende in questi giorni decisivi

Care e cari, in queste ultime settimane, si è aperto uno spiraglio parlamentare per l’approvazione del disegno di legge sullo Ius soli. Si tratta di una possibilità di assoluta importanza, essendo ormai non rinviabile il superamento del modello di cittadinanza su base etnico-territoriale. Un modello che esclude dal riconoscimento di diritti essenziali troppe persone nate, cresciute e pienamente integrate in Italia, o comunque intenzionate a esserlo.

Un Paese di immigrazione quale è divenuto il nostro non può, dunque, che accogliere un’idea di cittadinanza «aperta» di stampo socioculturale, connessa all’inserimento degli stranieri (e in particolare dei minori) nel nostro tessuto sociale, politico, economico. Ciò contribuirebbe anche ad armonizzare la nostra disciplina rispetto a quella della maggior parte degli altri Paesi europei: obiettivo importante, considerando che la cittadinanza nazionale porta con sé lo status di cittadino dell’Ue.

Per questo ti chiediamo di partecipare alla campagna "Non è mai troppo tardi", e di condividere le iniziative che verranno prese per sostenere il passaggio parlamentare del disegno di legge in questione: e perciò ti invitiamo innanzitutto ad aderire allo sciopero della fame a staffetta che riprenderà il 20 novembre (segnalandolo a questo link), e di partecipare alla manifestazione che avrà luogo in piazza Montecitorio, in quella stessa data, dalle ore 15 alle 19.

Grazie per l'attenzione
Sen. Luigi Manconi, coordinatore della campagna Non è mai troppo tardi
Franco Lorenzoni ed Eraldo Affinati, Rete degli insegnanti per la cittadinanza
Riccardo Magi, segretario Radicali italiani


martedì 24 ottobre 2017

Mantova, dove finisce la libertà di opinione e comincia l’apologia di fascismo

ANPI, Istituto Mantovano di Storia Contemporanea e ARCI Mantova organizzano tre incontri sul tema Dove finisce la libertà di opinione e comincia l’apologia di fascismo (vedi locandina). Il primo di questi incontri si terrà venerdì 27 ottobre alle ore 20.30, a Sermide, via Argine Po, presso il Centro di Educazione Ambientale- Teleferica. L'incontro è organizzato insieme a Comune di Sermide- Felonica Po e ANPI “Ugo Roncada” di Poggio Rusco.


Relatore della serata sarà il prof. Luigi Ganapini, già docente di Storia Contemporanea nelle Università di Trieste e Bologna, studioso e organizzatore di studi presso l’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI) e la Fondazione ISEC di Sesto San Giovanni, autore di numerosi articoli e interventi in Italia e in Europa. Fra i suoi scritti da citare le monografie, Una città, la guerra. Lotte sociali e, ideologie e forze politiche a Milano 1939-1951 e La Repubblica delle camicie nere.

lunedì 23 ottobre 2017

Ius soli, estendere e rafforzare la mobilitazione

Pubblichiamo la lettera del caro amico Luigi Manconi impegnato insieme a tutte e tutti noi nel partecipare e promuovere la campagna per l'approvazione definitiva del provvedimento di legge sullo ius soli. Molte e molti di noi hanno partecipato allo sciopero della fame, lanciato il 3 ottobre scorso da 900 insegnanti che oggi ha riaperto la questione tanto cara a noi tutte e tutti. Ora dobbiamo estendere e rafforzare la mobilitazione. 


Cara amica, caro amico,
oggi potremmo scrivere a lettere cubitali: abbiamo vinto. Ovviamente non lo faremo, per una ragione di serietà e per una valutazione politica. Sì, è vero, il provvedimento sullo Ius soli dichiarato definitivamente archiviato per opinione unanime, è tornato prepotentemente al centro della discussione pubblica.

Leggiamo i giornali di un paio di settimane fa. Matteo Renzi: "se non ci sono i numeri non è che si possono stampare"; Angelino Alfano "lo Ius soli è una questione chiusa". Ne eravamo tutti convinti: cittadini, parlamentari commentatori politici, perfino noi stessi. Non esisteva una sola probabilità, la più esile, di approvare quella legge entro la legislatura. Poi qualcosa è cambiato. Ed è successo in pochissime ore.

Prima, una lettera-appello firmata da Gianfranco Bettin, Ginevra Bompiani, Furio Colombo, Goffredo Fofi e Carlo Ginzburg. Quindi, il 3 ottobre scorso (giornata nazionale in ricordo delle vittime dell'immigrazione) oltre 900 insegnanti hanno digiunato per un giorno, spiegando ai loro alunni, all'interno delle classi, che lo facevano per sostenere l'approvazione della legge sullo Ius soli.